Solidarietà

Progetto “Nonantola terra del dono”

Chi
Il Gruppo Promotore che dal 2004 lavora a questo progetto è costituito da diverse associazioni di Nonantola: Gruppo Carnevale dei Ragazzi, AVIS, Pace e Solidarietà, Gruppo Scout AGESCI, Scout Ranger, Comitato Genitori, Associazione Ricreativa Culturale “La Clessidra”. Collabora con la Partecipanza Agraria di Nonantola, è sostenuto dal Centro Servizi per il Volontariato di Modena ed ha il patrocinio del Comune di Nonantola e dell’Università di Bologna – Facoltà di Scienze della Formazione, che fornisce anche la supervisione scientifica ai percorsi.

Finalità
Ai ragazzi di Nonantola il progetto intende proporre esperienze concrete di solidarietà, perché i valori e le idee non si imparano sui libri e della trasmissione di questi non è responsabile solo la scuola o la famiglia, bensì l’intero tessuto sociale: le agenzie educative e le istituzioni del territorio, le associazioni, i cittadini.

Percorso “Semi di solidarietà”
L’attività, rivolta alle classi IV elementari e alle I medie, ha lo scopo di portare i ragazzi a porre attenzione sulla situazione del proprio territorio e di altre realtà “sporcandosi le mani”.
In concreto, le varie fasi in cui si articola il progetto hanno come finalità la raccolta fondi attraverso la coltivazione di agli dolci (per le scuole medie) e di zucche (per le elementari) in un terreno gentilmente messo a disposizione dalla Partecipanza Agraria di Nonantola.

– I fondi raccolti dalla vendita delle zucche andranno a finanziare il progetto promosso da Don Emanuele Mucci, parroco di Bagazzano, finalizzato alla raccolta di materiali per la scuola da poco ultimata di Itapirapuà in Brasile. La scuola, inaugurata lo scorso gennaio, è stata intitolata al nonantolano Don Arrigo Beccari.

– I fondi raccolti dalla vendita degli agli andranno a finanziare il progetto dell’Associazione Pace Adessoche insieme a CEFA-Bologna e sostenuta dal Coordinamento delle Sei Partecipanze Agrarie dell’Emilia Romagna, si occupa della promozione e dello sviluppo della Partecipanza Agraria di Candido Mendes, nello Stato del Maranhao – Brasile. Il ricavato della vendita degli agli verrà destinato dunque all’acquisto delle attrezzature agricole utili alla coltivazione proprio di quelle terre.

Dagli agli sono stati ricavati 2.800 euro, destinati al finanziamento del progetto di CEFA sostenuto dal Coordinamento delle sei Partecipanze Agrarie dell’Emilia Romagna e finalizzato all’acquisto delle attrezzature agricole utili alla coltivazione delle terre della Partecipanza Agraria brasiliana di Candido Mendes.

Da oltre 20 anni collaboriamo con l’Associazione nazionale ‘ Nova ‘ che cura le adozioni internazionali, con contributi rivolti all’associazione stessa e con l’adozione a distanza di ragazzi del Madagascar. Il contributo annuo è di 285 euro.

L’aglio e la zucca sono stati individuati in quanto prodotti caratteristici del territorio e tipicamente coltivati nei terreni argillosi della Partecipanza. Si tratta inoltre di colture i cui tempi di crescita sono facilmente conciliabili con le scadenze dell’anno scolastico e che non necessitano di cure onerose o troppo complesse. Anche i successivi stoccaggio, conservazione e vendita in ambito locale risultano abbastanza semplici.

Il percorso iniziato negli ultimi mesi del 2006, in seguito ad un attento confronto con la direzione didattica e con le insegnanti delle scuole elementari e medie, ha visto lo svolgersi delle seguenti tappe:

– Ottobre 2006: un primo incontro di sensibilizzazione alla cultura del dono, attraverso l’utilizzo di brainstorming, materiali e racconti narrativi per un miglior coinvolgimento degli alunni di I media e di IV elementare.
– Ottobre/Novembre 2006: Le classi prime della scuola media seminano gli agli in Partecipanza.
– Marzo 2007: un secondo incontro con le I medie e con le IV elementari sui rispettivi progetti di cooperazione internazionale a cui sarà destinato il ricavato della vendita delle colture da loro seminate.
– Marzo 2007: incontro pubblico di divulgazione del progetto alla cittadinanza.
– Aprile 2007: semina delle zucche in Partecipanza, con i bambini di IV elementare.
– Maggio 2007: diserbo degli agli da parte degli alunni di I media, in Partecipanza.
– Maggio 2007: visita alle zucche in Partecipanza, insieme ai bambini di IV elementare.
– Maggio 2007: incontro con i genitori delle I medie.
– Giugno 2007: raccolta agli, sponsorizzazione e “vendita” alla Festa della Partecipanza (3 Giugno), alla Guaza ed San Zvan (23 Giugno)
– Luglio 2007: vendita in occasione della festa Festa del Belson (1 Luglio), della Festa del volontariato (14 e 15 Luglio) e della Fiera (28, 29 e 30 Luglio).
– Ottobre 2007: raccolta delle zucche e momento pubblico di restituzione a tutta la cittadinanza di quanto emerso dal progetto; lancio dei nuovi progetti. Vendita delle zucche il 30 Settembre in occasione della Festa del Mosto Cotto “Sòghi, saba e Savor”.

Centro Servizi per il Volontariato Modena
Via Cittadella, 30 – 41100 Modena
Tel. 059.212003; fax 059.246833
referente Cristina Bianchi
e-mail: cristina.bianchi@volontariamo.it
sito: www.volontariamo.it

Durante l’anno scolastico 2006/2007 sono stati realizzati:

Dalle zucche sono stati ricavati 2.100 euro, destinati al progetto promosso da Don Emanuele Mucci della Parrocchia di Bagazzano e finalizzato alla costruzione della scuola di Itapirapuà in Brasile, intitolata al Nonantolano Don Arrigo Beccari.